convento

Convento di San Francesco

Non è precisata l’epoca della venuta dei Frati Francescani in Piombino.Ma deve esser stato,certamente,dopo l’insediamento delle Monache delle Clarisse di Massa(1256),perchè nessun documento sembra far cenno di costoro in tutti i preparativi fatti per la venuta di dette Monache.E’ opinabile quindi che i Frati Francescani,siano venuti in Piombino nell’anno 1258,si può dedurre dal fatto che vi era già un loro convento nel 1334,ed aveva la precedenza su quello di Suvereto,fondato nel 1288,e su quello di Castiglion della Pescai,eretto circa nel 1260.Sorgeva il Convento dei Frati Francescani dove era la Cappella del Monastero,detta di Santa Maria,vicino Piombino,fuori di Porta;nel luogo proprio dove poi verrà realizzata la palazzina del direttore della Magona d’Italia.Quel luogo si chiamava il “conventaccio”,cioè il convento distrutto.Il convento fu distrutto invero,al tempo dell’assedio di Piombino,ordinato e diretto da Alfonso d’Aragona,re di Napoli,cioè nel 1448.Insieme al convento fu distrutto anche il Borgo di San Francesco,che s’era venuto formando con gli anni intorno al convento dei Francescani.C’è un po di confusione nel ricostruire il momento storico preciso in cui i Frati Francescani si rifugiarono dentro le mura dell’antica città;si dice,da alcuni,che proprio in quell’epoca li,i Frati di San Francesco si ritirassero dentro le mura della città;altri sostengono invece,che ci fossero già fin dal 1444;e infine  altri ipotizzarono ,che si riparassero,definitivamente,in città,o,nel 1501,o forse anche,in seguito,per essere quella costa molto infestata dai pirati.Attualmente i Frati Francescani si possono incontrare ancora in Piombino visitando la chiesa di San Francesco e il loro convento,chiesa conosciuta da tutti come Chiesa dell’Immacolata.Il luogo di culto odiernio si trova nei pressi del centro storico vicino alla “Cittadella”,edificato nel 1899 seguendo uno stile neogotico,si mostra al visitatore suddiviso in tre navate con abside quadrangolare,accanto alla chiesa si sviluppa il convento e un importante chiostro.

Descrizione tratta dal libro intitolato ” Piombino ” di Avv.Edmondo Rodriguez conservato presso l’archivio storico del comune di Piombino.

Convento di San Francesco