Camminata di quartiere, è un evento organizzato dal comune di Piombino, è una passeggiata che parte dal cantiere che realizzerà il polo culturale in piazza Manzoni per passare verso piazza dei Grani, proseguendo verso il piazzale di alaggio per finire in Piazza Dante, con lo scopo di far conoscere ai cittadini i 5 progetti con cui il comune di Piombino parteciperà al bando di gara regionale PIU (Progetti Innovazione Urbana). Sabato 9 gennaio 2016 alle ore 10,00 il ritrovo di questa iniziativa è davanti al palazzo comunale in corso Vittorio Emanuele, i piombinesi sono invitati a partecipare per scoprire insieme i luoghi candidati alla nuova programmazione urbanistica durante la passeggiata con i tecnici del comune. Lo scopo di questa iniziativa è di diminuire la distanza tra chi si occupa della cosa pubblica come tecnici amministratori etc.. ai cittadini che vivono il territorio quotidianamente attraverso una camminata che arricchisca la capacità di osservare gli spazi pubblici attraverso la conoscenza della propria città. Un modo per ascoltare, da parte dell’amministrazione della cosa pubblica e dei tecnici, di necessità o situazioni che possono essere manifestate  durante questa iniziativa. Piombino risulta uno tra i quarantadue comuni toscani candidato ad accedere ai fondi comunitari per un progetto di innovazione urbana PIU che con la cultura vuole favorire la coesione sociale. I progetti mettono in gioco otto milioni e seicentocinquantamila euro con una previsione di cofinanziamente comunale di due milioni e trecentomila euro circa. Durante la camminata di quartiere verranno illustrati i progetti che il comune di Piombino presenterà in regione inderogabilmente entro il 13 gennaio 2016 e sono appunto:il completamento dell’intervento di recupero e riconversione funzionale del complesso ex Ipsia destinato alla nuova sede biblioteca/archivio storico e industriale (2° lotto del polo culturale) e concepito in maniera innovativa come luogo di saperi molteplici. Luogo di memoria, sportello per l’accesso alle informazioni e pratiche quotidiane per i cittadini , spazio in cui la cultura viene vista come welfare urbano, come elemento strategico per l’innovazione della vita quotidiana, sociale ed economica della città. Il costo complessivo di questo 2° lotto è di i4 milioni e 50mila euro. Collegati a questo ci sono poi il recupero del piazzale d’alaggio a Marina (860mila euro); il rifacimento complessivo di piazza dei Grani (1.630.000 euro); la sistemazione di piazza Dante (710mila euro) e altri interventi di efficientamento energetico con tecnologie della cosiddetta “Smart City” (1 milione e 400mila euro).

Non un semplice restyling urbano dunque, ma un programma organico che ha come obiettivo principale quello di creare coesione sociale attraverso la cultura e il miglioramento della qualità della vita.

Le piazze oggetto della progettazione e il polo culturale stesso, inteso come piazza del sapere, fanno parte di un ambito omogeneo e integrato che mette in rete tutti gli interventi previsti.

Previsti anche interventi di efficientamento energetico che consistono nella sostituzione di circa mille punti luce con sistemi improntati al risparmio energetico, telecontrollo, telegestione, ill wi-fi urbano nelle piazze.

Chiunque voglia partecipare alla passeggiata, può presentarsi sabato mattina alle 10 davanti al palazzo comunale. Per info: www.comune.piombino.li.it; tel. 0565 63357.